BLACK FRIDAY
 
vivafarmacia contattacihai bisogno di aiuto?
320-3195547
0Item(s)

Non hai articoli nel carrello.

Product was successfully added to your shopping cart.
Swipe to the left

​COSA SONO GLI OMEGA 3 e 6

Autore umberto gasparini 5 days ago 7 Visualizzazioni

COSA SONO GLI OMEGA 3 e 6

Gli Omega sono degli acidi grassi polinsaturi importantissimi per il nostro organismo. In particolare gli omega 3 e 6 i cui capostipiti sono rispettivamente l’acido alfa linoleico e l’acido linoleico, essenziali per l’organismo in quanto non è in grado di produrli autonomamente. Vanno per questo assimilati con la dieta e l’integrazione. Il nostro organismo può invece sintetizzare dei derivati ma questa capacità può diminuire con l’età o per altre cause come malnutrizione, alcolismo e terapie farmacologiche con farmaci cortisonici. Gli acidi grassi semi essenziali più importanti per il nostro organismo sono invece EPA e DHA, derivati dall’acido alfa linoleico (omega 3), e per una persona adulta è necessaria l’assunzione di 250 mg giornalieri dei due. È necessario ricordare che le diete occidentali sono carenti di EPA e DHA, per questo motivo la maggior parte delle volte è necessario assumerli tramite l’integrazione.

DOVE TROVARE OMEGA 3 e 6

Come abbiamo visto gli omega 3 e 6 sono essenziali per il nostro organismo, per questo è anche importante sapere da che alimenti si possono assumere. Alimenti ricchi di ALA (omega 3) sono semi oleosi come semi di chia, kiwi, lino, soia, noce, olivello spinoso. In basse concentrazioni sono anche in ortaggi e frutta. I derivati più importanti EPA e DHA invece sono prevalentemente organismi che popolano le acque fredde come il pesce azzurro, il fegato, il krill e le alghe. Infatti da questi si estrae il famoso olio che rappresenta appunto la fonte più famosa di EPA e DHA. Sono invece ricchi di omega 6 le mandorle, i pistacchi, i pinoli, le noci brasiliane, nocciole, anacardi, semi di girasole e di zucca. È difficile però assumere la quantità necessaria di questi alimenti per sopperire a mancanze di omega 3 e 6. Per questo è fondamentale in tanti casi aiutarsi tramite i corretti integratori alimentari, soprattutto per quanto riguarda gli omega 3 che solitamente sono la parte carente.

OMEGA COSA SERVE

L’assunzione di adeguate quantità di omega ha molteplici effetti benefici su tutto l’organismo. Gli omega 3 agiscono soprattutto a livello del colesterolo e dei trigliceridi, riducono la pressione arteriosa e quindi aiutano in problematiche di ipertensione, proteggono dai danni e lesioni provocate dalle complicazioni del diabete mellito di tipo due. Sono considerati dei veri e propri “spazzini” del sangue infatti hanno azione protettiva sull’endotelio, migliorando la circolazione e favorendo anche l’elasticità a livello dei capillari. Possono incidere anche nella prevenzione di infarti ed ictus. Come effetti secondari si ricordano anche benefici a livello cerebrale e visivo. Gli omega 6 agiscono soprattutto sul colesterolo diminuendo il livello di rischio cardiovascolare, mantenendo il livello di lipidi nel sangue adeguato. Hanno anche funzione protettiva ed elasticizzante a livello della cute.

QUALE OMEGA COMPRARE

Ecco una lista selezionata dai nostri Farmacisti Professionisti dei migliori integratori a base di omega 3 e 6 presente sul mercato:

-ATEROLIP https://www.vivafarmacia.it/aterolip-30cps-30prl.html

-OMEGA 3 UNIFARCO 30 CAPSULE https://www.vivafarmacia.it/lfp-omega3-30cps.html

-DERMOCREMA OMEGA 6 UNIFARCO https://www.vivafarmacia.it/lfp-dermocrema-omega6-100ml.html

-KRFORMA OMEGA XXL https://www.vivafarmacia.it/omega-xxl-60prl.html

-SOLGAR ADVANCE OMEGA D3 https://www.vivafarmacia.it/advanced-omega-d3-120prl.html

-DIFESA JUNIOR UNIFARCO https://www.vivafarmacia.it/lfp-difesa-junior-45gelat.html

-VISION COMPLEX UNIFARCO https://www.vivafarmacia.it/lfp-vision-complex-30cps.html

-NATOO OMEGA https://www.vivafarmacia.it/natoo-omega-3-6-9-60-p...

​CANDIDA COS’È

Autore umberto gasparini 14 days ago 48 Visualizzazioni

CANDIDA COS’È

Quando parliamo di candida intendiamo un’infezione di tipo micotico causata da dei funghi della famiglia Candida, in particolare dalla specie Candida Albicans. In generale la candida fa parte della flora microbica di ogni individuo, anche sano, e tendenzialmente prolifera insieme agli altri organismi senza creare danni. Nonostante questo può accadere che a causa di un periodo di stress, di abbassamento delle difese immunitarie, questa specie possa trovarsi a proliferare più del dovuto e diventare così patogena per l’organismo. Si può trovare in vari punti del corpo come mucose intime (vagina), pelle, bocca, tratto gastrointestinale e sono così causa di una serie di seri disturbi a danno del tratto interessato. Le malattie causate sono malattie date da questi funghi e conosciute come Candidosi (Candida Albicans e altre specie) e come abbiamo detto solitamente sono organismi che vivono in simbiosi con l’organismo umano e lo aiutano anche partecipando alla digestione degli zuccheri. Solo in casi particolari come appunto un caso delle difese immunitarie, uso continuo di antibiotici o stress intesi sia fisici che lavorativi allora possono diventare patogeni per l’organismo.

CANDIDA, COSA MANGIARE

Nel periodo in cui si soffre di Candida bisogna utilizzare alcune accortezze anche a livello dell’alimentazione, e controllare o limitare l’utilizzo di alcuni tipi di alimenti. Ci sono quindi alcuni elementi da aggiungere alla Lista Nera ed evitare, tra cui soprattutto gli zuccheri quindi alcol, ma anche saccarosio, frutta, cereali, i cibi affumicati, i latticini (formaggi) e tutto quello che può contenere zuccheri. Da evitare anche quegli alimenti che possono provocare infiammazione all’intestino ed anche il caffè, irritante a livello intestinale.

CANDIDA, COME SI CURA E COME PREVENIRLA

Prima di tutto bisogna valutare a che gravità è arrivata l’infezione e bisogna cercare di curare e debellare il fungo su più fronti. La strategia più efficace è quella di affiancare al trattamento farmacologico a base di antifungineo dei trattamenti di origine naturale come probiotici per curare l’infezione anche a livello intestinale e sostanze fitoterapiche che hanno azione antifunginea e antibatterica (ad esempio gli estratti GSE, derivati dai semi di pompelmo). Tutto questo da unire all’uso di creme antifungine locali ad uso esterno ed interno, ovuli ad uso interno per la notte e lavande. I funghi della specie Candida possono essere in alcuni casi difficili da debellare e richiedono dedizione alla terapia ed impegno nel seguire una corretta alimentazione. Seguendo le linee guida indicate, soprattutto utilizzando i probiotici anche una volta curata l’infezione, terremo il nostro intestino in buone condizioni aumentando anche le nostre difese immunitarie difendendo l’organismo da eventuali ricadute.

Ecco alcuni prodotti consigliati dai nostri Farmacisti Specializzati per affrontare e prevenire l’infezione da Candida:

-UNIFARCO GYNO BIOMA https://www.vivafarmacia.it/lfp-unifarco-gyno-bioma-30-capsule.html

-FLORAGYN LAVANDA VAGINALE https://www.vivafarmacia.it/floragyn-lavanda-vag-5flx140ml.html

-GSE INTIMO LAVANDA VAGINALE https://www.vivafarmacia.it/gse-intimo-lavanda-2fl-100ml.html

-MECLON 10 OVULI https://www.vivafarmacia.it/mecl.html

-MECLON SOLUZIONE VAGINALE 5 FLACONI https://www.vivafarmacia.it/mecl-11055.html

-MECLON CREMA VAGINALE 6 APPLICATORI https://www.vivafarmacia.it/mecl-11107.html

-SAUGELLA DERMOLIQUIDO PH 3,5 https://www.vivafarmacia.it/saugella-dermoliq-ph3-5-250ml.html

-SAUGELLA POLIGYN DETERGENTE https://www.vivafarmacia.it/saugella-poligyn-500ml.html

-SAUGELLA ATTIVA DETERGENTE https://www.vivafarmacia.it/saugella-attiva-250ml.html

-GSE SYSTEMIC PLUS INTIMO https://www.vivafarmacia.it/gse-intimo-systemic-plus-30cpr.html

-GSE INTIMO PRO OVULI https://www.vivafarmacia.it/gse-intimo-pro-ovuli.html

-GSE ACIDOPHIPLUS https://www.vivafarmacia.it/gse-acidophiplus-30cps.html

-GYNOCANESTEN CREMA VAGINALE 30g https://www.vivafarmacia.it/gynocanest-2-crema-vaginale-1-tubo-da-30-g.html

GYNOCANESTEN MONODOSE https://www.vivafarmacia.it/gynocanesten-mo.html


​COME RICONOSCERE INFLUENZA INTESTINALE

Autore umberto gasparini 22 days ago 63 Visualizzazioni

COME RICONOSCERE INFLUENZA INTESTINALE

La gastroenterite virale ( i più noti sono Norovirus e Rotavirus ) , più conosciuta come influenza intestinale, è un’infezione dell’intestino causata da virus che spesso è accompagnata da vari sintomi, ed è quindi riconoscibile. I sintomi più comuni sono crampi a livello dell’addome, mal di pancia, vomito, nausea, diarrea acquosa e, a volte, febbre. Grazie alle tecniche di prevenzione adottate per il COVID-19 come lavaggio delle mani, all’uso delle mascherine, alla crescente attenzione per cosa tocchiamo e cosa portiamo alla bocca, questa patologia era enormemente diminuita. In quest’ultimo periodo però si stanno riscontrando nuovi casi. Cercheremo di fare chiarezza soprattutto sulla prevenzione, fattore più importante per difendersi da questa fastidiosa patologia.

COME CURARE INFLUENZA INTESTINALE

Per quanto riguarda l’influenza intestinale non esiste una vera e propria cura o terapia, ma ci sono alcuni accorgimenti da seguire. Per contrastare i classici sintomi si possono assumere alcuni medicinali ad esempio in caso di nausea e vomito sarà bene assumere un antinausea come BIOCHETASI e magari dei Sali Minerali per reintegrare i liquidi e i sali persi e prevenire una disidratazione. Stesso discorso vale in caso di diarrea, assumere dei Sali minerali e un astringente come per esempio GELENTERUM e se non dovesse bastare si può passare ad un IMODIUM (usare solo in caso di necessità, la diarrea solitamente è un meccanismo di difesa che può aiutare ad eliminare più velocemente il virus. Usare Imodium in caso dovesse persistere). In caso di diarrea acuta si consiglia di usare ½ capsule di ENTEROtab ( fermenti specifici Saccaromiceti ) da associare a fermenti ad alto dosaggio come FERMENTI ULTRA da utilizzare fino alla scomparsa dei sintomi per ripopolare la flora intestinale. Una volta terminati i sintomi si consiglia l’uso di fermenti a concentrazione più bassa contenenti fibre prebiotiche che sono fondamentali per il recupero dell’eubiosi intestinale, ad esempio FERMENTI fast o FERMENTIfluid. Per i bambini si consiglia sotto i 2 anni FERMENTI gocce baby oppure in caso abbiano più di due anni FERMENTIfluid JUNIOR. È bene cercare comunque di rimanere idratati bevendo molta acqua una volta fermato il vomito. In caso di febbre e dolori muscolari è utile assumere TACHIPIRINA (Paracetamolo), anche mattina e sera se necessario. È utilissimo in tutti i casi stare a riposo e recuperare le forze senza affaticarsi in modo eccessivo. Gli antibiotici sono inutili essendo un’infezione virale. In caso non dovesse passare è necessario fare riferimento al medico di fiducia per la prescrizione della terapia farmacologica più adatta.

COME PREVENIRE L’INFLUENZA INTESTINALE

Come accennato in precedenza non esiste una vera e propria terapia per l’influenza intestinale e passare ad antivirali è un’ipotesi da tenere in considerazione solo in casi molto gravi come diarrea intensa per più di 3 giorni consecutivi, sangue nelle feci, nel vomito o nelle urine, disidratazione eccessiva, febbre superiore a 38 gradi. In caso contrario il metodo migliore per contrastare questa patologia altamente infettiva è la prevenzione. Esiste un vaccino contro i Rotavirus che si può somministrare ai bambini sin dalle sei settimane d’età. È molto utile l’igiene personale, lavarsi accuratamente le mani con acqua e sapone o con un disinfettante a base alcolica, cercare di evitare di condividere oggetti e bagni con persone infette, evitare il contatto con superfici state a contatto con persone infette, disinfettare frequentemente superfici ed ambienti con disinfettanti appositi. Ci sono anche alcuni particolari accorgimenti da tenere soprattutto quando si è in viaggio in paesi con scarsa igiene dove c’è sicuramente più probabilità di contrarre questi tipi di virus. Ad esempio io consiglio di cercare di bere solo acqua imbottigliata, chiusa ed usare la stessa anche per lavarsi i denti, evitare sempre di aggiungere il ghiaccio alle bevande perché potrebbe essere prodotto da acqua già contaminata, evitare alimenti come carne e pesce non cotti a dovere e soprattutto evitare tutti i cibi crudi per via della possibilità di essere stati a contatto con una persona infetta. È fondamentale per la prevenzione fare trovare il nostro intestino sempre in buona salute e pronto così ad eventuali attacchi esterni, quindi consiglio di fare dei cicli con dei fermenti lattici in particolare quelli tindalizzati come quelli contenuti in ENTEROFLUID che vanno così a stimolare le nostre difese immunitarie e prepararci a reagire al meglio alla difesa dall’infezione.

COSA MANGIARE INFLUENZA INTESTINALE

In passato si consigliava di assumere una dieta “in bianco” anche se oggi in realtà la scienza dimostra che è sufficiente attenersi alle regole di una sana alimentazione magari suddividendo i 3 pasti principali in 5/6 spuntini giornalieri. Sicuramente risulta molto utile limitare tutti gli alimenti dolci, bevande dolci, succhi di frutta e qualunque cosa contenga zuccheri semplici perché potrebbero peggiorare la diarrea per effetto osmotico, cioè attraendo acqua nell’intestino.

Ecco la lista dei prodotti consigliati dai nostri Farmacisti Specializzati:

-BIOCHETASI: https://www.vivafarmacia.it/biochetasi-pock-digestiv-18cpr.html

-SALI MINERALI: https://www.vivafarmacia.it/sali-millesimati-25bust.html

-GELENTERUM ADULTI: https://www.vivafarmacia.it/gelenterum-15cps-adulti.html

-GELENTERUM BAMBINI: https://www.vivafarmacia.it/gelenterum-20bust-bambini.html

-IMODIUM: https://www.vivafarmacia.it/imodi-2-mg-compresse-o...

-ENTEROTAB: https://www.vivafarmacia.it/lfp-enterotab-24cps.html

-FERMENTI ULTRA: https://www.vivafarmacia.it/lfp-fermenti-ultra-25mld-10bus.html

-FERMENTI FAST: https://www.vivafarmacia.it/lfp-fermenti-fast-12bust-19310.html

-FERMENTI FLUID: https://www.vivafarmacia.it/lfp-fermentifluid-10flx10ml.html

-FERMENTI FLUID JUNIOR: https://www.vivafarmacia.it/lfp-fermentifluid-jr-10flx7ml.html

-ENTEROFLUID: https://www.vivafarmacia.it/lfp-enterofluid-10x10m...

​COVID COSA FARE E COS’È

Autore umberto gasparini 29 days ago 55 Visualizzazioni

COVID COSA FARE E COS’È

Il COVID-19 o più tecnicamente SARS-CoV2 è un nuovo tipo di Coronavirus dell’anno 2019. È quindi un nuovo ceppo di questa grande famiglia di virus respiratori influenzali più contagioso e più aggressivo dal quale è bene riguardarsi. Cercheremo di fare un po’ di chiarezza. I Coronavirus sono virus da sempre presenti nel mondo animale ed alcuni di essi possono in determinate circostanze passare all’uomo come il MERS-CoV, Coronavirus della sindrome respiratoria medio orientale, viene trasmesso all’uomo dai cammelli ed in molti altri casi dei Coronavirus vengono trasmessi da alcune specie di pipistrelli. Il nuovo Coronavirus appartiene alla famiglia della SARS ma non è assolutamente da considerare come lo stesso Virus anche se ne è strettamente correlato geneticamente. Si comporta nella trasmissione come un virus influenzale, viene trasmesso da persona a persona, ma in realtà è molto diverso nella sua struttura e si comporta in modo molto più aggressivo.

QUANDO COVID È CONTAGIOSO

Il COVID-19 (SARS-CoV2) è trasmesso soprattutto tramite aerosol e droplets (goccioline) che vengono emesse da un individuo infetto tramite starnuti o anche solo respirando e parlando in ambienti chiusi ed in vicinanza di altre persone. Questo è il metodo più comune di trasmissione ma non sono da escludere altre possibilità come la comune abitudine di portare le mani a contatto con la bocca, con il naso o con gli occhi. Se queste prima avranno toccato una superficie contaminata dai droplets vi è la possibilità di contagiarsi. Ci sono anche degli studi pubblicati sulla rivista Frontiers in Materials condotti dall’Università di Trento e di Napoli Federico II in cui si studia la diversa resistenza di COVID-19 sui diversi tipi di superficie e ne emerge che il virus sopravvive minor tempo su superfici idrofile come il vetro rispetto a quelle meno idrofile come alcune plastiche. È fondamentale per la prevenzione avere un sistema immunitario in salute, l’uso di mascherine e di guanti in situazioni a rischio contagio. Il periodo di incubazione può durare da uno fino a 14 giorni ed un paziente infetto può già trasmettere l’infezione fino a due giorni prima dalla comparsa dei sintomi. Per questo è molto utile tenere a mente i contatti avuti anche prima della comparsa dei primi sintomi per evitare una diffusione a catena del contagio. Il periodo infettivo in cui un individuo può effettivamente infettarne altri ha una durata di almeno 10 giorni dai sintomi e 14 giorni nelle situazioni in cui i sintomi siano più gravi e quindi l’infezione più acuta. Purtroppo anche i pazienti asintomatici possono trasmettere il virus, quindi è importante se si ha avuto un contatto eseguire un tampone e se positivi rimanere in isolamento per il tempo adeguato in modo da non diffondere il contagio.

COVID COME RICONOSCERLO

Durante un infezione da COVID-19 il paziente può presentare diversi sintomi, ora li elencherò in una scala di gravità crescente: i più comuni e meno gravi sono febbre, tosse secca, dolore muscolare, stanchezza, senso di fatica. Sintomi più rari sono anosmia (perdita di olfatto), ageusia (perdita del gusto) che possono durare anche mesi. Quelli più gravi invece sono difficoltà respiratorie, respiro affannoso come se ci si sentisse soffocare, sindrome respiratoria acuta grave, polmonite, fino ad arrivare alla necessità di essere sottoposti ad intubazione in terapia intensiva. Le complicanze più gravi possono portare al decesso del paziente.

COVID COME PROTEGGERSI

Come protezione individuale è bene indossare sempre una mascherina chirurgica o Ffp2, Ffp3 nei luoghi chiusi, consiglio la mascherina anche in luoghi particolarmente affollati all’aperto anche se la possibilità di contagio diminuisce. È meglio preferire una mascherina Ffp2 o Ffp3 in luoghi dove sia più possibile venire a contatto con un contagiato, come ospedali o ambulatori medici. In assenza indossare comunque la mascherina chirurgica. Altra accortezza è quella di mantenere la distanza di sicurezza di almeno un metro da altre persone, nel limite del possibile naturalmente. Oramai dovremmo aver imparato il lavaggio corretto delle mani, è molto utile lavarsi spesso le mani per prevenire l’infezione, come starnutire all’interno di un fazzoletto o nella piega del gomito. Ventilare almeno due volte al giorno ambienti chiusi se possibile ed evitare saluti con baci ed abbracci, anche se so che sono molto cari per noi Italiani, in questo periodo, soprattutto con persone che vediamo poco frequentemente sarebbe bene evitarli. Ricordiamoci che nessun antibiotico è efficace contro il COVID-19, essendo un’infezione di origine virale. Per sintomi lievi è consigliato usare una Tachipirina per la febbre e i dolori, e un Aspirina per i sintomi influenzali (inoltre aiuta anche a fluidificare il sangue, è stato provato che il COVID-19 potrebbe causare trombi). Consiglio vivamente di mantenere alte le difese immunitarie magari con integratori a base di zinco, echinacea, vitamina c, lattoferrina e simili. Non sono chiaramente curativi ma meglio tenere in buone condizioni il nostro organismo sia per prevenire che per affrontare un virus del genere. In casi più gravi subentra il cortisone ed altri medicinali antivirali sotto controllo diretto del medico naturalmente. Nei casi estremi, purtroppo, bisognerà ricorrere alla terapia intensiva e sperare che la situazione migliori. Ho visto casi disperati di pazienti uscire dalla terapia intensiva dopo settimane, provati, ma almeno salvi. Il percorso di riabilitazione non è sempre facile, richiede tempo e pazienza. Ci si può aiutare con un’integrazione di multivitaminici ed energetici ed al bisogno anche proteine. Non va dimenticato il sistema immunitario.

COVID DOVE È INIZIATO

Ancora non si ha certezza della vera origine di questo nuovo Coronavirus, Sono diverse le ipotesi e si sta ancora indagando. Molti affermano derivi da pipistrelli venduti al mercato degli animali di Wuhan come il professor Michael Worobey, insegnante di Ecologia e Biologia Evolutiva dell’Università dell’Arizona, il quale sostiene che il primo caso fu una donna del mercato che si ammalò l’ 11 Dicembre 2019, scrive sulla rivista Science. Altre tesi sostengono sia una fuga di laboratorio, quindi un errore umano, l’origine del virus, come la dottoressa Alina Chan ha dichiarato davanti alla commissione scienza e tecnologia del parlamento britannico, come riportato da TGCOM24, lo stesso Donald Trump ha più volte chiamato il virus nel 2020 con l’appellativo di “virus cinese” e l’amministrazione Biden ora chiede sia fatta chiarezza e vengano effettuate ulteriori ricerche. Per ora non possiamo sapere con certezza dove stia la verità, ma di fatto è in corso un epidemia mondiale con risvolti socio-economici devastanti ed è necessario correre ai ripari.

COME PRENOTARE VACCINO COVID

Per prenotare il vaccino COVID-19 basterà recarsi nella farmacia più vicina con il sevizio Cup, FarmaCup in Romagna, ad esempio all’interno del nostro gruppo la Farmacia Gotti di Rimini, e prenotare una delle date disponibili. È possibile scegliere anche l’orario, e la seconda dose verrà prenotata automaticamente dal sistema una volta scelta la data per la prima. Non è possibile scegliere il tipo di vaccino che verrà eseguito, ma in questo preciso momento le dosi disponibili sono due: Comirnaty di Pfizer-BioNtech e Spikevax di Moderna, entrambi autorizzati da EMA ed AIFA. È vero che dopo sei mesi la copertura vaccinale scende dal 72% al 40%, resta però il fatto che essendo vaccinati, anche se si contrae il virus, il rischio di incorrere in casi gravi è molto basso. In generale i casi collaterali dei vaccini, almeno sul breve termine, sono contenuti rispetto alle dosi somministrate. Secondo gli studi anche a lungo termine lo sono, ma per dare giudizi più precisi bisogna per forza attendere. Per noi operatori sanitari non si pone il dubbio in quanto il vaccino è stato reso obbligatorio per esercitare la professione come per docenti, militari, polizia e personale di soccorso pubblico. Se si ha contratto il COVID-19 almeno 14 giorni dopo la prima dose non sarà necessario effettuare la seconda anche se viene comunque consigliata. Siamo arrivati ora alle terze dosi di vaccino, le dosi Booster, somministrate dopo circa 5 mesi dalla seconda dose. Sono considerate dosi di richiamo per rendere ancora efficace la protezione. La vaccinazione è importante per fermare la diffusione del virus tra la popolazione ma, a mio avviso, soprattutto per evitare i casi gravi e le ospedalizzazioni in terapia intensiva. La mia esperienza con il vaccino non ha mai provocato effetti collaterali se non un leggero dolore passeggero al braccio durato circa due giorni. Personalmente penso che il vaccino prevenga i gravi casi di infezione da COVID-19 e per il momento la vedo come unica alternativa ai tremendi lockdown che hanno messo in ginocchio l’economia di vari paesi. Possiamo solo sperare che tutte queste misure ci aiutino presto a mettere una parola fine a questa pandemia.

Ecco un Link alla nostra pagina dedicata ai dispositivi di protezione ed ai prodotti disinfettanti ed igienizzanti selezionati dai nostri Farmacisti Specializzati tra i migliori in commercio e tutti certificati ed approvati dall’unione europea:

- Prodotti Igienizzanti https://www.vivafarmacia.it/igiene-e-benessere/pro...



​PERCHÉ ASSUMERE VITAMINA B E QUALI INTEGRATORI A BASE DI VITAMINA B COMPRARE

Autore umberto gasparini 1 month ago 37 Visualizzazioni

Per un corretto funzionamento del nostro organismo bisogna sempre prevenire la carenza di micronutrienti importanti che presentano funzioni essenziali come le vitamine del gruppo B che è essenzialmente composto da vitamina B1 o Tiamina, B2 o Riboflavina, B3 o Niacina, B5 o Acido Pantotenico, B6 o Piridossina, B8 o Biotina, B9 o Acido Folico, B12 o Cobalamina.

Rispondiamo però alla domanda principale, a cosa serve la vitamina B esattamente, dove possiamo assumerla e quali integratori sono i migliori da scegliere ?

A COSA SERVE LA VITAMINA B

Le vitamine gruppo B hanno una notevole azione benefica per tutto l’organismo, ora proviamo a riassumerle tutte per dare un’idea di quanto sia importante questo gruppo di sostanze.

La vitamina B partecipa ad un gran numero di reazioni e processi nel nostro organismo, come la creazione di tessuti muscolari e nervosi, la sintesi di nuovi ormoni e altre vitamine, ha un ruolo attivo in tanti processi metabolici e nella produzione di emoglobina nel sangue, nella rigenerazione cellulare, nel corretto funzionamento mentale, nervoso ed anche quello visivo. È inoltre protagonista nella sintesi del DNA e nella produzione delle cellule che compongono capelli e pelle.

Cerchiamo ora di dividere ogni vitamina del gruppo B per la sua funzione specifica: la vitamina B1 (Tiamina) aiuta a scomporre i carboidrati e la B2 (Riboflavina) è utile per rinforzare le terminazioni nervose a livello della vista. La vitamina B3 (Niacina) partecipa alla trasformazione del cibo ingerito in energia, la vitamina B5 (Acido Pantotenico) interviene nella sintesi di vitamina D nello sviluppo e mantenimento osseo, la vitamina B6 (Piridossina) svolge un ruolo importante nella produzione dei globuli rossi e nel mantenimento dei processi mentali, la B8 (Biotina) stimola la produzione di capelli. Una tra le più importanti, la B9 (Acido Folico) è importantissima per le donne in gravidanza perché previene danni al feto sia a livello nervoso che sanguigno. La B12 (cobalamina), molto conosciuta tra le vitamine del gruppo B, è utilizzata nella sintesi del DNA e, non da meno, nello sviluppo dei globuli rossi e dei nervi.

DOVE TROVARE LA VITAMINA B IN NATURA

Sorge spontanea una domanda, dove posso trovare la vitamina B ?

Innanzitutto la vitamina B si può trovare in un gran quantitativo di alimenti. Stileremo una lista delle rispettive vitamine specifiche e i cibi nei quali si trovano maggiormente:

-Vitamina B1 in legumi, cereali integrali

-Vitamina B2 cereali integrali, latticini e uova

-Vitamina B3 carni rosse e bianche, tonno, latticini, legumi

-Vitamina B5 carni rosse e bianche, latticini, tonno, uova e legumi

-Vitamina B6 carni rosse e bianche, tonno legumi e banane

-Vitamina B8 latte, formaggio, fegato, uova, arachidi

-Vitamina B9 legumi, ortaggi verdi e frutta a guscio

-Vitamina B12 carni rosse e bianche, uova, tonno, latticini

Può succedere in alcuni casi che l’alimentazione da sola non basti e serva integrare le vitamine B con opportuni integratori specifici.

I MIGLIORI INTEGRATORI DI VITAMINA B

Si consiglia quindi, in caso non bastasse l’alimentazione o per esigenze particolari, di ricorrere all’integrazione delle vitamine del gruppo B. Scegliere il miglior integratore di vitamina B consente così di soddisfare il fabbisogno quotidiano dei micronutrienti necessari sopperendo alla carenza. Questi integratori permettono di contrastare la stanchezza mentale, fisica e rafforzano il benessere di pelle e capelli. Consentono al corpo di recuperare energia in un periodo di particolare sforzo o stanchezza ed anche durante la terapia antibiotica. Aumentano i livelli di acido folico, di cobalamina, favoriscono il recupero rapido durante periodi di stress lavorativo o sportivo.

IL CONSIGLIO DEI NOSTRI FARMACISTI

Per integrare vitamina B i nostri farmacisti specializzati consigliano alcuni tra i migliori integratori in commercio

- AQUAVIVA GRUPPO B PLUS https://www.vivafarmacia.it/gruppo-b-plus-30cps.html

- UNIFARCO B ULTRA https://www.vivafarmacia.it/lfp-b-ultra-30capsule.html

- SOLGAR ALIMENTO B https://www.vivafarmacia.it/alimento-b-50cps.html

- SOLGAR B-COMPLEX LIQUID https://www.vivafarmacia.it/b-complex-liquid-56ml....

MASSA MUSCOLARE

Autore umberto gasparini 2 months ago 40 Visualizzazioni

Per ottenere una buona massa muscolare oltre all’esercizio fisico è necessario seguire anche delle diete adeguate. Prestando attenzione all’alimentazione e seguendo un adeguato programma d’allenamento riusciremo ad ottenere un aumento di volume ed un mantenimento della massa muscolare. Chiaramente questo percorso può essere diverso da persona a persona, quindi va affrontato caso per caso in maniera differente. Quando non basta l’apporto di nutrienti con l’alimentazione è necessario affidarsi ad integratori specifici per la massa muscolare.

Gli integratori per sportivi che si utilizzano per la massa muscolare sono pensati appositamente per aumentare e mantenere il volume del muscolo e quindi anche per il raggiungimento dell’ipertrofia muscolare. Sono quindi integratori indicati soprattutto a chi pratica attività sportiva con regolarità avendo così bisogno del regolare apporto dei nutrienti fondamentali e vuole raggiungere il massimo della sua forma fisica. È bene però ricordare che anche chi non pratica attività fisica ma ha alcune carenze alimentari e nutrizionali può trarre spesso grossi benefici da questo tipo di integrazione.

A COSA SERVONO GLI INTEGRATORI PER LA MASSA MUSCOLARE:

Questi integratori per la massa muscolare rappresentano un ottimo aiuto per chiunque pratichi sport a qualsiasi livello e voglia ottenere il massimo dalle sessioni di allenamento ed anche per chi, avendo carenze di alimentazione o nutrizionali, avesse bisogno di integrare delle sostanze oltre alla dieta. I migliori si possono trovare in Farmacia o in negozi di integratori professionali. Esistono tante diverse tipologie di integratori per la massa muscolare e possono contenere aminoacidi, acidi grassi, carboidrati (semplici o complessi), vitamine, sali minerali e tanti altri principi attivi per ogni necessità.

LE TIPOLOGIE D’INTEGRATORI PER LA MASSA MUSCOLARE:

Tutti gli integratori per la massa muscolare presentano composizioni differenti in base all’utilizzo che dobbiamo farne. Si presentano in varie forme; barrette, polveri, capsule, compresse. L’importante è capire quali sono i più adatti al proprio tipo di allenamento ed ai risultati che si vogliono ottenere. Come abbiamo accennato in questi integratori troviamo soprattutto vitamine, aminoacidi, carboidrati, acidi grassi, sali minerali, sostanze per migliorarne l’assorbimento o potenziarne le funzioni, eccipienti come aromi, dolcificanti, emulsionanti.

Tra gli integratori migliori in commercio per aumentare massa muscolare troviamo:


1.Proteine in polvere:

- Whey Plus 80: https://www.vivafarmacia.it/catalogsearch/result/?q=whey+plus

- Unifarco proteine everyday: https://www.vivafarmacia.it/lfp-unifarco-proteine-everyday-260g.html


2.Aminoacidi Ramificati:

- KeForma Bcaa 411: https://www.vivafarmacia.it/1e-bcaa-4-1-1-300cpr.html

- KeForma Bcaa Ramificati: https://www.vivafarmacia.it/ke-bcaa-ramificati-300cpr.html

- Aminopep Bcaa 811: https://www.vivafarmacia.it/aminopep-bcaa-8-1-1-15...


3.Mass Gainers:

- KeForma Nutrimass: https://www.vivafarmacia.it/nutrimass-supreme-gainer-1-5kg.html


4.Beta Alanina:

- KeForma Beta Alanina: https://www.vivafarmacia.it/beta-alanina-90cps.html


5.Creatina:

- KeForma Creatina: https://www.vivafarmacia.it/creat-de-300g.html

- KeForma Aminopep Creatina: https://www.vivafarmacia.it/aminopep-creatina-180g...


6. Acidi Grassi:

- KeForma XXL: https://www.vivafarmacia.it/omega-xxl-60prl.html


7. ZMA (Zinco, Magnesio, Vitamina b6):

- KeForma Nutrtision NMA: https://www.vivafarmacia.it/catalogsearch/result/?...

​MAGGIORE RISCALDAMENTO, MIGLIORI PRESTAZIONI

Autore umberto gasparini 3 months ago 123 Visualizzazioni

Il riscaldamento prima di una corsa è importantissimo sia per un normale allenamento che per una gara e la maggior parte delle persone sa di doverlo fare ma non sa il perché.

Ecco i motivi per cui un buon riscaldamento Pre-Corsa migliora le prestazioni fisiche:

- Riscaldarsi aumenta la temperatura corporea riscaldando così la muscolatura. Danno così una spinta al metabolismo e permettono ai muscoli di rifornirsi prima di energia.

- L’aumento di temperatura diminuisce la viscosità (resistenza) a livello muscolare e come conseguenza si ha un aumento di velocità di contrazione e decontrazione muscolare. Questo migliora le performance in generale.

- Il riscaldamento ha un effetto benefico anche sul cuore infatti gli esercizi aumentano la gittata cardiaca e l’RMV (il volume respiratorio al minuto) aumentando il grado massimo di consumo di ossigeno (VO2max).

- Esercizi brevi come quelli eseguiti durante il riscaldamento contribuiscono allo sviluppo della cartilagine a livello delle articolazioni. Questo contribuisce ad aumentare la superficie e quindi la distribuzione del peso sulle articolazioni stesse.

- Previene abbondantemente gli infortuni, migliorando la flessibilità dei muscoli e preparando l’organismo ad eseguire movimenti veloci ed esplosivi. Grazie ad un riscaldamento adeguato eviteremo molti strappi e stiramenti.

È bene riscaldarsi poco prima della competizione o dell’allenamento perché la temperatura del corpo rimane alta solo per circa 10 minuti e già dopo 45 minuti sarà svanito ogni effetto del riscaldamento. Più sarà corta la gara più dovrebbe essere lungo il riscaldamento ed è meglio non iniziare mai con movimenti esplosivi ma sempre aumentare in modo graduale. La routine di riscaldamento può durare dai 10 ai 45 minuti in preparazione ad una gara !

Inoltre è sempre importantissimo aiutare il nostro organismo con la giusta integrazione. Abbiamo selezionato alcuni prodotti che possono aiutare per l’integrazione quotidiana, il pre e post work-out e da utilizzare durante l’allenamento o la competizione:

MATTINO, LONTANI DA GARA O ALLENAMENTO:

- KEFORMA KYORAM RAMIFICATI https://www.vivafarmacia.it/kyoram-1000-100cps.htm...

- KEFORMA AMINOPEP ESSENZIALI https://www.vivafarmacia.it/aminopep-aa-essenziali...

- KEFORMA ALLVIT ENDURANCE https://www.vivafarmacia.it/allvit-endurance-60cpr...

- BARRETTE CARBO https://www.vivafarmacia.it/catalogsearch/result/?...

PRE-WORKOUT:

- KEFORMA STARTUP https://www.vivafarmacia.it/startup-arancia-40ml-1...

- KEFORmA FAST BOOSTER https://www.vivafarmacia.it/fast-booster-30cpr.htm...

- ARGININA https://www.vivafarmacia.it/arginina-akg-90cps.htm...

- NITROOX https://www.vivafarmacia.it/swixx-nitrox-180-compr...


DURANTE:

- KEFORMA GEL https://www.vivafarmacia.it/catalogsearch/result/?...


POST-WORKOUT:

- AQUAVIVA STRATOPLUS https://www.vivafarmacia.it/strato-plus-10bust.htm...

- KEFORMA RECOVERY MASS https://www.vivafarmacia.it/recovery-mass-polvere-...

- KEFORMA KE DURANCE https://www.vivafarmacia.it/kedurance-arancia-16bu...

- AQUAVIVA SALI MILLESIMATI https://www.vivafarmacia.it/sali-millesimati-25bus...

- KEFORMA KYORMA RAMIFICATI https://www.vivafarmacia.it/kyoram-1000-300cps.htm...


​RITORNARE IN FORMA

Autore umberto gasparini 3 months ago 254 Visualizzazioni

Dopo un periodo di pausa è necessario riprendere gradualmente l’attività fisica, magari in giusta compagnia, recuperando il giusto slancio e la motivazione, senza trascurare l’alimentazione e l’integrazione.

Consigli per Ripartire dopo una Pausa:

Può risultare molto impegnativo ritornare, dopo un periodo di totale relax, ai ritmi frenetici e stressanti della routine quotidiana e può sembrare di non avere le stesse forze nemmeno quando ci si allena. Perdendo l’abitudine di allenarsi costantemente può sembrare di non avere più l’energia necessaria per gli allenamenti. Bisogna però sempre ricordare che lo sport in realtà aiuta anche a combattere lo stress e che praticare attività sportiva provoca produzione di molecole che sono artefici delle sensazioni di buon umore come la serotonina o le endorfine e che quindi aiutano ad affrontare proprio le giornate più stressanti. È necessario quindi rimboccarsi le maniche e, nonostante il primo impatto negativo, riprendere quella abitudine di allenamento che è stata persa durante un periodo di stop e che sembra così lontana.

Riprendendo l’attività fisica è necessario approcciarsi allo sforzo con gradualità, non possiamo pretendere di tornare subito ai livelli del nostro ultimo allenamento, soprattutto se siamo stati fermi per un lungo periodo. Dobbiamo quindi dare al nostro corpo il tempo necessario per riabituarsi in modo graduale così da riprendere senza sottoporre l’organismo a sforzi eccessivo che potrebbero portare a strappi muscolari o infortuni anche più gravi. È di grande aiuto porsi un obbiettivo da raggiungere grazie all’attività che si sta svolgendo come correre per un certo periodo di tempo o ad una determinata velocità, alzare un certo quantitativo di peso, perdere kg in un certo lasso di tempo e così via. L’importante è avere un obbiettivo che ci aiuterà nella ripresa dei nostri allenamenti. Tutto questo sarà reso ancora più facile se troveremo un compagno per i nostri allenamenti; supportarsi a vicenda ci aiuterà proprio in quei momenti in cui saremo sul punto di mollare e sarà ancora più divertente avere qualcuno con cui chiacchierare tra una pausa e l’altra. Risulta poi molto appagante avere qualcuno con cui condividere i propri traguardi e risultati.

Il rientro dalla pausa è sempre poco piacevole e lo Sport aiuta anche a scaricare quelle tensioni e stress che si creano. L’attività favorisce il rilassamento muscolare, le tensioni ed aiuta ad indurre il sonno. Capiamo quindi che praticare sport provoca benessere a 360 gradi.

Un’alimentazione sana ed equilibrata è importantissima in quanto quello che diamo al nostro organismo viene trasformato in energia che è fondamentale per svolgere le funzioni basali del nostro organismo e le attività quotidiane tra cui anche l’attività fisica. Per un’alimentazione sana è importantissimo sia la qualità di quello che ingeriamo sia la quantità e la frequenza con cui consumiamo il pasto. E importante far passare almeno 2/3 ore tra un pasto e l’allenamento, cercare di consumare sempre anche frutta e verdura per apportare la giusta quantità di minerali, fibre e vitamine. Bere sempre acqua prima, durante e dopo l’attività sportiva magari uniti a dei sali minerali. Cerchiamo di scegliere sempre alimenti sani ed anche ricchi di proteine: queste sono fondamentali per le nostre funzioni vitali e sono le principali componenti di tutti gli organi del nostro corpo.

È utilissimo inoltre iniziare con il piede giusto utilizzando la giusta integrazione, vi proponiamo di seguito alcuni integratori che possono aiutare nel vostro nuovo inizio:

-SALI MILLESIMATI: https://www.vivafarmacia.it/sali-millesimati-25bust.html

-KESALI: https://www.vivafarmacia.it/ke-sali-minerali-25buste.html

-KEFORMA BCAA RAMIFICATI: https://www.vivafarmacia.it/ke-bcaa-ramificati-100cpr.html

-BIOTECH USA BCAA ZERO: https://www.vivafarmacia.it/biotechusa-bcaa-zero-amino-acid-drink-powder-green-apple-360g.html

-KEFORMA AMINOPEP BCAA: https://www.vivafarmacia.it/aminopep-bcaa-8-1-1-150cpr.html

-KEFORMA PREWORKOUT: https://www.vivafarmacia.it/pre-workout-muscle-225g.html

-WHYSPORT POSTWORKOUT: https://www.vivafarmacia.it/why-sport-forged-post-workout-600g.html

-KEFORMA CONDROART ARTICOLAZIONI: https://www.vivafarmacia.it/keforma-condroart-30-bustine.html

-KEFORMA FREEDOMS RECUPERO MUSCOLARE: https://www.vivafarmacia.it/keforma-freedoms-10-bustine.html

Le Difese Immunitarie

Autore umberto gasparini 4 months ago 135 Visualizzazioni

LE DIFESE IMMUNITARIE

Per mantenere alte le nostre difese è necessario seguire sempre uno stile di vita corretto e prestare attenzione ad una alimentazione equilibrata in tutti i suoi aspetti. Durante i cambi di stagione e nel periodo invernale è necessario spesso aiutare il nostro sistema immunitario utilizzando la corretta integrazione.

IL SISTEMA IMMUNITARIO

Le difese immunitarie sono fondamentali per il nostro organismo; ci proteggono dai numerosi attacchi esterni permettendoci di difenderci dalle esposizioni a virus e batteri. Può succedere però, soprattutto in inverno, che il nostro organismo sia sottoposto a stress da più fronti e quindi venga maggiormente indebolito e debilitato lasciandoci scoperti a diversi malanni invernali. Tra le cause inoltre possiamo annoverare stress fisico, psicologico e ambientale, uno stile di vita scorretto e problemi a livello intestinale. Diventa così fondamentale aiutare le nostre difese, rinforzarle, agevolando così in maniera totalmente naturale la risposta del nostro organismo.

ABITUDINI ALIMENTARI E SISTEMA IMMUNITARIO

Avere buone abitudini a tavola durante tutto il corso dell’anno contribuisce ad rafforzare il nostro sistema immunitario. È necessario puntare su diete equilibrate e ricche di fibre: utilizzare cereali integrali, proteine sane come quelle di pesce e carne bianca o eventualmente legumi, abbinando il tutto a frutta e verdura di stagione. Quindi un apparato digerente ed un sistema intestinale equilibrati contribuiscono a mantenere alte le nostre difese immunitarie e ad avere un organismo sano e forte. L’intestino infatti ospita circa il 60% del nostro sistema immunitario (addirittura 80% nei bambini) ed è appunto uno dei principali mediatori nei meccanismi di difesa contro agenti patogeni.

LO STRESS

Solitamente lo stress è una risposta di adattamento del nostro organismo per reagire a una situazione di pericolo esterna o di cambiamento, quindi si può considerare positivo se rimane entro certi limiti. Diventa negativo se supera la soglia limite oltre la quale l’organismo non riesce più ad adattarsi e questo può essere dato da diverse cause: situazioni emotive stressanti, difficoltà nel dormire o nel recupero ed anche attività sportive prolungate o con sforzi troppo intensi. In queste situazioni di sforzo anche il sistema immunitario è debilitato e le nostre difese sono meno attive rendendoci così più vulnerabili. Per questo è importantissimo riconoscere e gestire gli stati di stress.

Per mantenere in buone condizioni il nostro sistema immunitario è quindi necessario seguire una buona alimentazione, praticare adeguatamente attività fisica, gestire gli eccessivi stati di stress ed aiutarsi con i giusti integratori al bisogno.

Ecco una lista selezionata per voi dei migliori integratori per aumentare le difese immunitarie:

Come difendere la pelle e preservare l'abbronzatura solare

Autore umberto gasparini 5 months ago 97 Visualizzazioni

Durante l’Estate la pelle ha delle esigenze ben specifiche tra cui essere preparata adeguatamente ai raggi solari ed anche mantenere l’abbronzatura una volta terminata l’esposizione. Il sole ha molti aspetti benefici per l’organismo (fonte di Vitamina D, favorisce rilassamento muscolare, migliora l’umore), ma se preso in maniera errata e non preparati può causare seri danni. È molto importante partire nella preparazione della pelle già da alcune settimane prima.

Ecco alcuni preziosi consigli:

  • -È bene avvicinarsi gradualmente al sole, oltre che per diminuire i rischi, anche per ottenere un’abbronzatura più omogenea.
  • -Un’adeguata alimentazione a base di antiossidanti può prevenire ed anche limitare i danni dati dai radicali liberi prodotti dai raggi ultravioletti. Cibi ricchi di beta-carotene, vitamina E, vitamina A, Selenio, Omega-3 e vitamina C.
  • -Utilizza integratori a base di potenti antiossidanti per preparare la pelle al sole e proteggerla. Solitamente questi integratori sono a base di Manganese, Rame, vitamina E, vitamina C, Beta-carotene che inducono un’azione riparatrice e protettiva.
  • -Utilizzare detergenti delicati e prediligere acqua tiepida per non stressare la pelle.
  • -Utilizzare uno scrub per preparare la pelle all’esposizione, a patto che non sia aggressivo. Un’esfoliazione delicata è un’ottima alleata poiché rinnovando la pelle e rimuovendo le impurità promuove un’abbronzatura omogenea.

Come mantenere l'abbronzatura?

Ecco i consigli per prolungarla senza rischiare di spellarsi!

Utilizza detergenti delicati, ricchi di ingredienti idratanti e lenitivi, che non aggrediscano il film idrolipidico della pelle. Al posto del classico bagnoschiuma o dei prodotti schiumogeni, meglio preferire oli e gel idratanti che facciano poca schiuma e che siano molto nutrienti. Esistono degli appositi bagnoschiuma che non lavano via l’abbronzatura, dalle texture cremose oppure oleose, con formule idratanti, addolcenti ed emollienti.

Un'esfoliazione delicata settimanale aiuta a prolungare l'abbronzatura, contrastando il grigiore e l'opacità del colorito. Esfoliare la pelle non sbianca o toglie il colorito: la melanina si forma in profondità per cui non può sicuramente essere eliminata da uno scrub o un gommage superficiale. Un’esfoliazione delicata ha la capacità di rimuovere le cellule morte e le impurità migliorandone così la texture. Ricordate sempre di utilizzare due tipi di scrub diversi, uno per il corpo e uno per il viso, dato che la pelle del viso è molto più delicata e meno spessa per cui le formule devono essere meno aggressive.

Al rientro dalle vacanze la pelle richiede un surplus di idratazione. Idratate bene la pelle del viso e del corpo mattino e sera per mantenere il colorito. L’ideale è scegliere una crema viso e una crema corpo dall’azione idratante, lenitiva, emolliente e restitutiva. In caso di pelle particolarmente secca che tende a desquamarsi potete optare per un olio corpo da applicare dopo la doccia sulla pelle umida per un effetto super nutriente!

Assumere integratori con antiossidanti e betacarotene per illuminare la pelle. Grazie all’assunzione di questi integratori riuscirai a prolungare l’abbronzatura e contrastare l’invecchiamento dell’epidermide durante l’esposizione ai raggi UV, proteggendo pelle, occhi, capelli e per prevenire la formazione delle rughe.

-UNIFARCO SCRUB CORPO: https://www.vivafarmacia.it/lfp-scrub-corpo-200ml.html

-UNIFARCO GEL ACIDO IALURONICO 40% VISO: https://www.vivafarmacia.it/lfp-gel-ac-ialuronico-40-50ml.html

-REPHASE HYDRA CREMA ANTIETÀ: https://www.vivafarmacia.it/rephase-hydra-cr-antieta-50ml.html

-UNIFARCO CREMA CORPO OSMOTICA: https://www.vivafarmacia.it/lfp-unifarco-crema-corpo-osmotica-200ml.html

-KOLLAGEN OLIO VISO CORPO RIPARATORE CELLULARE: https://www.vivafarmacia.it/rephase-kollagen-rip-viso-crp.html

-ACHRON FORTE CAPSULE MOLLI: https://www.vivafarmacia.it/achron-forte-20-cps-molli.html

-VITASOL: https://www.vivafarmacia.it/vitasol-30cps.html

-SOLECAP: https://www.vivafarmacia.it/lfp-solecap-30cps.html

NON ABBANDONARE
Viva Farmacia
Ricevi subito un buono sconto del 10% e rimani sempre aggiornato sulle novità riservate ai clienti.
Iscriviti
Coupon: df56s5d8